Plastic

Dal 15 Luglio L’istallazione a Favignana

L’arte contemporanea per accendere i riflettori sulla vita sottomarina nel Mediterraneo, sulle tematiche ambientali legate al mare e all’inquinamento. È Plastic, il progetto promosso dall’Area Marina Protetta delle Egadi e dal Comune di Favignana, ai nastri di partenza nelle tre isole dell’arcipelago delle Egadi. Il progetto, che porta la firma di Pablo Dilet, pseudonimo artistico del giornalista Dario La Rosa, è iniziato qualche mese fa, quando con il coinvolgimento diell’Area Marina Protetta e di un centinaio di bambini sono stati raccolti chili di plastica sulle spiagge delle Egadi. L’opera d’Arte sarà inaugurata a Favignana il 15 luglio, composta da sette gabbie metalliche che scrivono la parola PLASTIC. Dell’opera fa parte anche una tartaruga, Cassiopea, diventata il simbolo vivente dell’installazione stessa, perché è stata salvata proprio nei giorni in cui i piccoli ripulivano spiagge e litorali. L’esemplare non riusciva a nuotare a causa di un tappo di plastica che aveva ingerito. Quel tappo, adesso, è stato inserito all’interno della lettera “S” della parola Plastic. Cassiopea, invece, è tornata in libertà. Dopo Favignana, l’installazione sarà trasferita a Marettimo il 13 agosto ed a Levanzo il 20 agosto per completare il suo tour “eco-sostenibile” fra le isole che compongono l’arcipelago delle Egadi.

Autore dell'articolo: Redazione Evento

Lascia un commento