Visioni da Mazara

Mazara del Vallo è una città che produce visioni simili ad incantesimi. La leggenda vuole che la fata Morgana abbia costruito un palazzo di cristallo a mare e negli assolati giorni d’estate esca dall’acqua con un cocchio alato trainato da sette cavalli e, gettando nell’acqua tre sassi, trasformi il mare di cristallo in straordinarie immagini di città. La leggenda di Morgana è legata ad un fenomeno atmosferico che da lei ha preso il nome. Da Mazara, infatti, nelle calde giornate d’estate si assiste, lungo il tratto di costa che va da capo Feto fino a capo Granitola, al noto fenomeno della Fata Morgana, conosciuto anche come “la città di frà Luchino”, che produce immagini sovrapposte e fluttuanti simili a colonne, torri e persone in movimento. E’ un fenomeno analogo a quello dei miraggi nel deserto, per cui, guardando verso sud in direzione dell’Africa, la città di Mazara si riflette a specchio sul mare, in tal modo è facile credere di assistere alla visione di una qualche città della Tunisia. Questo fenomeno, che in realtà rappresenta solo una specie di Fata Morgana che più facilmente si verifica sullo stretto di Messina, è dovuto alla confluenza di diversi fattori atmosferici come la diversa ed instabile densità degli strati atmosferici, l’umidità e la salsedine.

a cura di Michele Di Marco

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento